Escher… a Milano

L’anno scorso mentre visitavo le guglie del Duomo di Milano ho attraversato un passaggio dove ho avuto l’impressione di trovarmi a camminare in una litografia di Escher:

Duomo di Milano

La foto che ho fatto riproduce solo in parte la curiosa sensazione: purtroppo non avevo con me nè un grandangolo, nè tantomeno una buona fotocamera.

Annunci

~ di Oculus Perpetuus su 15 gennaio 2008.

12 Risposte to “Escher… a Milano”

  1. Ho visto la foto senza leggere il tuo testo e ho pensato: Escher! Poi ho letto! Incredibile! Però è proprio vero, bisogna avere una grande sensibilità per cogliere certi aspetti della realtà che ci circonda…complimenti!

  2. Anche senza grandangolo la foto è venuta bene. Poi è anche in bianco e nero 🙂
    Torno sempre con piacere ad vedere gli sviluppi del tuo blogguzzo 😉

  3. Esher è stato molto tempo in Italia, ma non so se a Milano… Certamente, ora mi farebbe piacere pensare che ci passò…

  4. La foto perfetta è nella tua mente, però con questa hai reso l’idea. Ed è anche molto bella!

  5. uahh!
    Anche io alla prima scrollata veloce della pagina ho associato subito questa foto al famoso disegno di Escher!
    Complimenti per il blog! Lo aggiungo subito alla barra dei miei feed RSS!!!

  6. Mi fa piacere che abbiate visto in tanti Escher in questa foto.
    Vuol dire che sono riuscito a riportare la mia sensazione di quel momento!

  7. …ma dici la verità…l’hai ritoccata un pò al PC eh?…

  8. Ne ho ridotto le dimensioni per poterla pubblicare sul web e poi ci ho tolto il colore per richiamare le litografie di Escher che sono quasi sempre rappresentate in scale di grigi.

    Per il resto è la foto è così come l’ho vista 🙂

  9. […] bizarra l’immagine e, seppur in manier non così evidente come nell’articolo “Escher a… Milano“, si potrebbe pensare ad un disinvolto gioco con le prospettive e, forzando un pò, anche ad […]

  10. ed hai ragione, con le tue foto anche a me pare di vederlo dappertutto!
    un talento fotografico come il tuo è quasi una magia! che bello, complimenti!

  11. E’ divertente scoprire che altri fanno gli stessi esperimenti fotografici.

    guarda qui

    Io mi ero spinto perfino più in là, raccogliendo anche il padre di tutti noi malati di giochi prospettici, Piranesi e le sue carceri..

  12. @Rondoner: si fa davvero piacere.
    Ho visto il tuo articolo e ci si sente meno soli in certe “visioni” 🙂

    Non so se li hai già visti, ma te ne segnalo altri due:

    https://oculusperpetuus.wordpress.com/2008/02/05/stazione-di-berlino
    https://oculusperpetuus.wordpress.com/2008/01/23/sinfonia-darchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: