I ruscelletti di Friburgo

Come vi dicevo nell’ultimo post, una delle caratteristiche di Friburgo sono i Bächle.

La parola Bächle è il diminuitivo in dialetto Svevo della parola tedesca Bach (ruscello), quindi possiamo tradurla con ruscelletto.
Si tratta di canali che scorrono lungo tutte le vie del centro storico, piccole o grandi che siano. Guardate ad esempio in basso a sinistra di questo stretto vicoletto:

Friburgo

I primi canali furono costruiti nel XIII secolo con lo scopo di rifornire la città d’acqua ed anche per far fronte agli incendi. L’acqua che scorre è convogliata dal vicino fiume Dreisam e l’alimentazione dei canali è continua ed assicurata dalla pendenza della città: una parte della città è lievemente più in alto, quindi l’acqua scorre semplicemente grazie alla forza di gravità.

Negli anni Settanta molti di questi canali che scorrevano lungo la carreggiata delle strade maggiormente trafficate furono dichiarati pericolosi per la circolazione e quindi ricoperti con grate di ferro o chiusi. Ma dopo la recente pedonalizzazione dell’intero centro storico i canali sono stati riaperti per la gioia dei turisti e dei bambini.

Già so cosa vi state chiedendo: “Ma non c’è il rischio di finirci dentro mentre si cammina”?  Chiedendo in giro, mi hanno detto che è molto raro che accada. E se dovesse accadere? Un vecchio detto locale dice che un visitatore che vi finisse dentro inavvertitamente, prima o poi sposerà un nativo/a del posto.

Qui trovate la lista con diversi post che ho dedicato a questa cittadina:
https://oculusperpetuus.wordpress.com/tag/friburgo-in-brisgovia/

Annunci

~ di Oculus Perpetuus su 23 novembre 2008.

4 Risposte to “I ruscelletti di Friburgo”

  1. mi ripeto dicendo che sono bellissime e la capacità di cogliere gli stacchi di colore è fantastica ; a quanto pare è una città molto bella e piena di piante !!grazie di queste meravigliose cartoline .

  2. E’ una cosa troppo sfiziosa! Io mi metterei a seguirne il corso con una barchetta di carta… poi però la toglierei.

  3. Oddio, ma è troppo simile a Delft! In Olanda, la chiamano la Venezia del Nord…
    Non a caso quelle stradine assomigliano a calletti…

  4. Infatti il passatempo preferito dei bambini (oltre allo sguazzarci coi piedi dentro) è proprio quello di portarvi al ‘guinzaglio’ delle barchette di legno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: